Vir’ o mare quant’è bell’ e levammele ‘e trivelle!

PERCORSO DELLA CAMPAGNA CONTRO LE TRIVELLAZIONI
 #STOPTRIVELLE  #VOTASI
 Il 3 Aprile in piazza Matteotti a Giugliano, insieme al Movimento Polis e al gruppo di Greenpeace Napoli, ci siamo riuniti per intavolare una discussione pubblica sulla scottante questione delle trivellazioni.
Cosa si è detto? 
Ecco una parte dell’intervento del presidente di Legambiente Giugliano Arianova all’incontro:
 
“Una cosa per noi di Legambiente è certa, l’era del petrolio è finita. Infatti il petrolio è una vecchia energia fossile che inquina sia nella fase di estrazione che di trasporto e di utilizzo. Ecco perchè diciamo a gran voce STOP TRIVELLE e il 17 Aprile voteremo SI per abrogare l’attuale legge.
Voteremo SI’ perché vogliamo politiche rivolte alle rinnovabili. Da nord a sud dell’Italia l’alternativa alle trivellazioni di petrolio e gas esiste già.
Voteremo SI’ perché vogliamo che questo governo ponga al primo posto la salute e l’ambiente e ponga in essere azioni di tutela del nostro mare e del territorio.
Voteremo SI’ perché amiamo il mare!

Voteremo SI’ perché vogliamo salvaguardare la vera ricchezza del mare italiano che si chiama turismo, pesca e biodiversità.

Questo governo ci invita ad astenerci, a non andare a votare e questo perché se al referendum non si raggiunge il quorum si potrà continuare a trivellare fino ad esaurimento delle risorse entro le 12 miglia dalle nostre coste. Questo governo ci dice quindi che vuole continuare a fare gli interessi dei petrolieri, ci fa intendere che vuole continuare ad alimentare conflitti.


Ma noi non ci stiamo ed andremo quindi tutti a votare e voteremo SI’ perché desideriamo cambiare il nostro Paese, facendo un salto di qualità in avanti nella gestione del sistema energetico perché il futuro è nelle rinnovabili.
Quante bugie dal fronte del NO.
Che si perdono posti di lavoro, che se non estraiamo il gas dopo dobbiamo andarlo a comprare, falsi problemi risolvibili se si attuano politiche rivolte ad investire nel turismo e nella pesca e se si sfrutta il biogas proveniente dalle discariche e dagli scarti agroindustriali.
Se anche voi come noi volete che il governo rimetta in discussione la propria strategia energetica nazionale, abbandonando le fonti fossili, puntando su fonti rinnovabili, efficienza energetica, innovazione e investendo su quei settori preziosi per l’economia nazionale come il turismo di qualità e la pesca sostenibile, espressione di ricchezza e forza dei territori italiani, il 17 Aprile andate a votare e votate SI’.”
 
Il secondo appuntamento si è poi tenuto quest’oggi, 10 Aprile, stavolta in via Ripuaria a Varcaturo. Qui ci siamo occupati di parlare ai nostri concittadini, si è discusso delle ragioni del sì ma anche dell’importanza della partecipazione al voto. L’astensionismo è segnale di disinteresse e noi non ci stiamo, vogliamo partecipare alla vita della nostra terra!
E’ IL TUO MOMENTO, VAI A VOTARE! VOTA SI!
 
Non sei ancora soddifatto delle informazioni che hai?
Non preoccuparti, sei ancora in tempo per saperne di più, clicca qui .
                                                     Foto Gallery:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...